GENERARE IDEE CON LE MAPPE MENTALI – STRETCHING FOR SELLERS #17

By Michele Puccio | stretchingforsellers

Ago 30
Giunti alla 17° settimana di Stretching for Sellers parleremo di Mappe Mentali.
Tony Buzan è l’inventore delle mappe mentali. In parole povere, egli sostiene che parlando la stessa lingua del nostro cervello possiamo accedere più facilmente a tutto il suo potenziale.
Le mappe mentali funzionano così bene perché:
  • Mettono in contatto l’emisfero destro e l’emisfero sinistro del nostro cervello.
  • Utilizzando parole, numeri, simboli o colori stimoliamo il dialogo con l’inconscio.
  • La forma radiale della mappa ci aiuta a fare associazioni.
  • La mappa facilita la creazione di sinapsi in quanto è organizzata a blocchi come le sinapsi stesse.
  • Stimola l’intuizione perché ci da una visione d’insieme.
  • Stimolano la creatività.
  • Semplificano il lavoro e ci aiutano nell’organizzazione.
Direi che di motivi per iniziare ad utilizzare le mappe mentali ne abbiamo trovati tanti.
Il punto fondamentale è che tu venditore comprenda, che la mappa mentale non è un forma alternativa di to do list, ma è uno strumento di supporto alle fasi creative del nostro lavoro.
I casi più frequenti per il venditore sono:
  1. Incremento vendite.
  2. Lancio nuovo prodotto.
  3. Gestione delle problematiche dei clienti.
Anche l’utilizzo di questo strumento va esercitato. Fallo singolarmente o ancora meglio in gruppo col tuo team.
Take away di oggi:
  • Ho sentito che nella vendita è molto importante essere creativi?
  • Ho capito che le mappe mentali possono essere uno strumento validissimo per favorire la mia creatività?
  • Appena avrò un secondo mi installerò uno di quei software…

Cambia il mondo vendendo!

Get coached on Coach.me