Videochiamate

By Michele Puccio | Uncategorized

Gen 10

Personalmente faccio sempre più uso delle video chiamate per fare presentazioni, riunioni o consulenze. Vorrei fornirvi un input banale che dovrebbe però migliorare la vostra esperienza nell’utilizzo di questi strumenti.
Dovete tener ben presente che quella che viene definita telepresence è differente dalla semplice videochiamata principalmente per la qualità e dimensione dell’immagine. Nella telepresence dovresti avere la sensazione di avere la persona davanti, quello che potremmo definire l’indice delle successo di una riunione in remoto di questo tipo è il fatto che i partecipanti abbiano la sensazione di poter intercettare e seguire gli occhi dell’interlocutore. 
Tutto questo ovviamente è ben lontano da quel che si prova quando si utilizza una banalissima webcam con tool tipo Skype. Ovviamente per una diffusione di massa della telepresence ci vorrà ancora un po’ di tempo, mentre per l’utilizzo delle webcam praticamente ci siamo. Cosa possiamo fare allora per far si che l’esperienza della videochiamata si avvicini il più possibile a quella della telepresence? Innanzitutto dopo esservi posizionati ben in linea con la vostra webcam, chiudete la finestra in cui viene riprodotta la vostra immagine, questo perché solitamente non si sfugge alla tentazione di guardare la propria immagine invece di guardare fissi la webcam, questo comportamento indebolisce ovviamente la creazione del rapport visivo. L’altro semplice, ma efficace accorgimento è quello di piazzare la finestra contenente l’immagine del nostro interlocutore esattamente sotto la nostra webcam, in questo modo riusciremo ad allineare il più possibile gli sguardi.
Alla prossima!
Ti potrebbero interessare anche:

Come non dev’essere un capo.

SE VUOI PUOI