• Michele Puccio

Cos'è l'Hype Cycle e perché imprenditori e manager dovrebbero approfondire l'argomento

Nel mercato IT tutti conoscono il famoso quadrante magico di Gartner in cui si mette a confronto l'attitudine ad innovare delle aziende con la loro capacità esecutiva.

Si parla molto meno dell'Hype Cycle di Gartner il cui focus è sui trend tecnologici, ma vediamo un po' meglio di cosa si tratta.

L'intento è quello di definire graficamente il ciclo di vita di una tecnologia che sarebbe caratterizzato da 5 fasi principali:


  1. La prima fase è "l'innesco della tecnologia"ovvero il momento in cui viene annunciata una nuova tecnologia che dovrebbe risolvere un problema e solitamente l'annuncio viene accolto con grande entusiasmo.

  2. Al secondo posto abbiamo "il picco delle aspettative esagerate". E' una fase di euforia, spesse volte accompagnata anche da insuccessi.

  3. Segue la "fossa della disillusione" quando la massa non vede i risultati aspettati e la tecnologia continua ad essere utilizzata solo dagli early adopter.

  4. Poi si passa alla "salita dell'illuminazione", ovvero quando vengono creati nuovi prodotti che vanno maggiormente incontro alle esigenze del mercato.

  5. Ultima fase è "l'altopiano della produttività" che arriva quando la tecnologia prende sempre più piede nel mercato e diventa affidabile. In quest'ultima fase il mercato solitamente è più grande e le opportunità di guadagno sono maggiori. Nella prima fase c'è grande entusiasmo, ma di solito il mercato è davvero marginale.


E' inutile dire che non per tutte le tecnologie la ciclicità è identica, ma il tentativo di Gartner rimane comunque valido. Ricordo personalmente gli entusiasmi sul cloud di più di una decina di anni fa e solo negli ultimi due anni il cloud si è conquistato veri fatturati sul mercato. Notate nel grafico sotto come per alcune tecnologie, quelle col pallino bianco, il covid abbia accelerato le previsioni di arrivo sul Plateau.


Take away di oggi:

  • - La scelta di investire su certe tecnologie può essere fatta con metodo.

  • - Il timing negli investimenti è tutto.

  • - Business ed emotività andranno sempre a braccetto. Gartner parla di tecnologia, ma credo che l'analisi sulle dinamiche legate all'emotività possa tornare utile per fare delle valutazioni all'interno della propria azienda anche sul lancio di nuovi progetti in generale.



14 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti